Terza giornata – 16 novembre

Oggi giornata uggiosa e molto traffico (venerdì…) a Souzhou (pronuncia Sugiò)

Abbiamo visitato la FAIST che ha iniziato ad operare nel 1978, in una città al confine tra Umbria e Toscana. Nata dall’esperienza artigianale del suo fondatore, presto si è diretta verso il mondo manifatturiero. La crescita di questo business ha portato alla creazione di un gruppo industriale focalizzato nella produzione di componenti per una vasta gamma di settori.Oggi, FAIST è composto da 5 Business Unit e 32 siti operativi in ​​tutto il mondo, dove vengono applicate le tecnologie di produzione più avanzate e innovative.
32 sedi nel mondo, più di mille dipendenti solo nella sede di Souzhou, leader mondiale nel suo settore (componenti meccanici per gruppi industriali dalle auto alle telecomunicazioni ai pannelli solari). Ancora una volta Alessia ha fatto un miracolo, ad accoglierci Federico Bonotto, Presidente e General Manager Asia, oltre che figlio del fondatore. In Italia quando vai a trovare un’azienda ti mandano il responsabile comunicazioni esterne al massimo…

Ha fatto un interessantissimo lavoro di presentazione sulla Cina, dato che è stato anche fino all’anno scorso presidente della Camera di Commercio Italo-Cinese e anima dell’associazione degli industriali italiani a Souzhou (che è, ci ha detto, il luogo con più alto numero di aziende italiane fuori dall’Italia!), un mucchio di curiosità e di elementi utili per capire la Cina, straordinario.

Belle anche le domande.
Poi ha offerto il pranzo con cibo italiano, gradito…
Nella sala c’era anche un calciobalilla e sono fiorite le sfide.
Più tardi giro nell’area di produzione, talmente linda che ci si potrebbe appoggiare il gelato e riprenderlo…

Nel pomeriggio giro nella Venezia d’Oriente, in mezzo ai canali di Souzhou. Purtroppo causa traffico non siamo arrivati in tempo al Museo della città disegnato dal loro illustre concittadino l’archistar I. M. Pei (quello delle piramidi di vetro del Louvre) che avrei voluto mostrare ai ragazzi. Peccato, ci rifaremo nei musei di Shanghai.
Ritorno in mezzo al caoticissimo traffico della zona (80km in oltre due ore…). Un piccolo inconveniente nel ritorno, ma risolto.

Una ragazza sta prendendo gli antibiotici ma sembrano efficaci e si passa di compleanno in compleanno…Stasera a letto presto, la stanchezza comincia ad accumularsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *